Intervista a Gaetano Mauro: il parere del farmacista vaccinatore

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on print

Articolo: Intervista a Gaetano Mauro: il parere del farmacista vaccinatore


Il Dr. Gaetano Mauro è uno dei pochi farmacisti in Italia a possedere un ambulatorio infermieristico autorizzato ASL in località Anzio, provincia di Roma. Lo abbiamo intervistato per Dimensione Infermiere concludendo una carrellata di autorevoli pareri da parte di esperti circa la campagna vaccinazioni.


Come ritiene utile organizzare le vaccinazioni all’interno della Farmacia e che ruolo avranno gli Infermieri dell’Ambulatorio infermieristico?

La possibilità di effettuare alcune tipologie di vaccinazioni all’interno della Farmacia professionalizza enormemente il ruolo dell’esercizio farmaceutico come presidio sanitario di prossimità in base alla capillarità conseguente alla pianta organica. Il decreto che prevede la figura del Farmacista vaccinatore non esplicita il ruolo di altre professioni sanitarie, a parte la figura del tutor formativo, mi auguro che gli infermieri da me assunti possano in seguito ai decreti attuativi far parte a pieno titolo del team vaccinale“.

Quale ritiene sia la responsabilità penale e civile del Farmacista vaccinatore in relazione anche a ciò che prevede il Decreto e cosa pensa dello scudo penale degli esercenti le professioni sanitarie?

“Sono molto entusiasta di partecipare alla campagna vaccinale e anche in assenza dello scudo penale avrei aderito. Considero utile lo scudo penale per quei farmacisti maggiormente spaventati dalle ripercussioni penali dovuti alle somministrazioni del vaccino, scudo che comunque non tutela atti di negligenza.”

Come si comporterebbe nel caso che suoi collaboratori dovessero decidere di non vaccinarsi ?

“I provvedimenti di legge che saranno emanati obbligheranno varie figure sanitarie alla vaccinazione, sarà requisito abilitante all’esercizio della professione di farmacista. Pertanto se l’attuale quadro normativo si delineerà in questo senso non potrò far altro che allontanarli momentaneamente dall’attività professionale.”

Ha riscontrato criticità nell’aderire con la sua Farmacia alla campagna vaccinazioni e se si quali?

“Ad oggi non sono ancora chiare le modalità attuative, pertanto non ho elementi ancora per rispondere. Mi auguro che si delinei presto il tutto per poter partire tra i primi, e mi auguro che gli infermieri possano essere a pieno titolo, insieme ai farmacisti, parte integrante del progetto.”

Grazie al dottor Gaetano Mauro, per questo prezioso punto di vista di un farmacista esperto che da anni integra la sua attività con quella dell’infermiere.

Autore: Gaetano Romigi

L\' infermiere di famiglia e di comunità

L\’ infermiere di famiglia e di comunità

Flavio Paoletti, Maila Mislej, 2008, Maggioli Editore

Nella dialettica tra comunità, persona, famiglia e sistema solidale, una dialettica oggi sempre più difficile a causa dei mutamenti demografici in atto, si inserisce l’infermiere di comunità e di famiglia: due aree di competenza differenziate e complementari, che obbligano a un…



Vedi anche la video-intervista a Gaetano Mauro sulla farmacia dei servizi e l’infermiere di farmacia

L’infermiere di farmacia è fondamentale per rispondere ai bisogni di salute del territorio. Ce ne parla il Dott. Gaetano Mauro, entusiasta proprietario di farmacia che propone servizi infermieristici alla sua clientela. Noi di DimensioneInfermiere lo abbiamo video-intervistato qualche mese fa.


Leggi anche:

Scudo penale, vaccino e colpa grave: risponde l’Avvocato Marzo

L’articolo Intervista a Gaetano Mauro: il parere del farmacista vaccinatore sembra essere il primo su Dimensione Infermiere.